WordPress è un Content Management System (CMS), ossia un sistema di gestione dei contenuti di un sito internet, per mezzo del quale potrai aggiungere, modificare e cancellare qualsiasi contenuto dal tuo sito, senza saper parlare e scrivere in HTML e senz’altro molto più velocemente. WordPress, tra i CMS è il più famoso, al momento scaricato oltre 59 milioni di volte! Questo significa che molti sviluppatori si concentrano sulla piattaforma WordPress, e ciò si traduce in un’ampia scelta di temi e plugin (le estensioni che aggiungono funzionalità avanzate alla struttura del sito) gratis o a pagamento, e in una vasta conoscenza nel web che ti potrà essere utile per crescere e per risolvere problemi.

 wordpress.org e wordpress.com non sono la stessa cosa?

Ni. Hanno un’origine comune. Viene al mondo per primo il software open source WordPress, attualmente scaricabile dal sito ufficiale wordpress.org. Successivamente, gli sviluppatori di WordPress decidono di creare una piattaforma pronta all’uso. La piattaforma già pronta è raggiungibile digitando nella barra degli indirizzi wordpress.com. Sentirai spesso parlare di wordpress.org per definire l’originale software open source self-hosted e tutto il suo ecosistema, e di wordpress.com, quello appunto hosted da Automattic.

Non voglio dilungarmi troppo sulla storia delle versioni o da chi sono state create, voglio parlarti di alcune differenze che ti aiuteranno a scegliere consapevolmente, dall’inizio, quella che fa per te, soprattutto economiche, perché non è certo un aspetto di poco conto l’esborso che dovrai affrontare annualmente per il tuo sito e che comunemente aumenta dal primo rinnovo, e perché sarà forse la prima domanda alla quale stai cercando risposta: ma quanto costa avere un proprio sito internet?

I prezzi di wordpress.com

I piani di wordpress.com

Automattic offre quattro piani: “Gratuito”, “Personale”, “Premium”, “Business”. Il piano gratuito non prevede la personalizzazione del dominio, l’url del tuo sito sarà tuo-sito.wordpress.com, prevede la visualizzazione di pubblicità di wordpress.com, eliminabile già con il piano Personale, prevede una limitata  personalizzazione con temi che mette a disposizione Automattic. Non voglio starti ad elencare tutte le caratteristiche dei vari piani, che sono liberamente consultabili sul sito ufficiale, ma voglio che tu sia consapevole che per poter installare plugins liberamente, installare temi liberamente, personalizzare il tuo sito come vuoi, integrare Google Analytics per un’accurata e doverosa analisi di chi e come accede al tuo sito, dovrai acquistare il pacchetto Business, alla modica (è ironico) cifra di 25 € al mese, con fatturazione annuale (300 €). Vero è che offrono spazio su disco illimitato a quella cifra.

Clicca qui per raggiungere il sito ufficiale di wordpress.com.

I prezzi di wordpress.org

Il software di wordpress.org è Open Source, liberamente scaricabile (clicca qui per scaricare il software dal sito ufficiale) e installabile sul tuo spazio web e sul tuo PC/Mac per fare dei test durante lo sviluppo. Quello che costa quindi è lo spazio web, e a volte il dominio, non sempre incluso con l’abbonamento del vostro provider di spazio. Un’altra voce che devi considerare sarà il certificato SSL, a volte indispensabile, come nel caso tu voglia costruire un e-commerce. Ce ne sono molti di web hosting provider, ne cito alcuni non volendo creare una classifica: fai finta che siano tutti scritti su una riga allo stesso livello.

Aruba

I piani di Aruba

Importante società italiana, molto conosciuta anche quale fornitore di servizi di posta elettronica certificata, offre diverse soluzioni: “Basic”, “Easy”, “Advanced”, “Professional”. Tutti i piani comprendono spazio illimitato (che con wordpress.com hai solo sottoscrivendo l’abbonamento più costoso), e traffico illimitato. Il pacchetto  Basic costa circa 15 € all’anno, in promozione per il primo poi circa 30 €, ma dovrai spenderne altre 10 per acquistare a parte almeno un database, essenziale per il funzionamento di WordPress (incluso negli altri 3 pacchetti). Non vuoi preoccuparti di acquistare il database a parte? Il pacchetto Easy, in promozione per il primo anno a circa 24 € poi 61 €, include 5 database. Il dominio è incluso, perciò non pagherai anche per registrare il tuo url. Il piano più costoso lo potrai sottoscrivere per 183 € all’anno, ben al di sotto delle 300 chieste da wordpress.com. Hai inoltre ben 10 caselle di posta elettronica certificata, e 30 GigaMail da 5 GB ognuna.

Clicca qui per raggiungere il sito ufficiale di Aruba.it.

#WordPress.org o #WordPress.com, questo è il problema! Condividi il Tweet

SiteGround

I piani di SiteGround

Altra nota azienda di fornitura di web hosting è senz’altro SiteGround. Offre 3 pacchetti: “Start”, “GrowBig”, “GoGeek”. Il più economico è lo Start acquistabile a circa 4,80 € al mese (fatturazione annuale) per il primo anno, poi quasi 10 € al mese. Con questo piano puoi già installare il tuo software WordPress, in quanto puoi creare quanti database vuoi, e il dominio è incluso. Spazio web limitato a seconda del piano scelto, e con SiteGround anche il traffico dati è limitato, ovviamente il piano più costoso permette un traffico maggiore: l’infografica di SiteGround indica che il piano GoGeek è adatto per un sito con 100000 visitatori mensili, mentre lo Start per un sito con 10000 visitatori.

Clicca qui per raggiungere il sito ufficiale di SiteGround.

GoDaddy

I piani di GoDaddy

Ha numerose sedi sparse nel Mondo, dagli USA fino all’ASIA passando per l’Europa. Con 17 milioni di clienti si attestano tra i big della fornitura di spazi web. Offrono 3 piani in abbonamento annuale: “Starter”, “Economy”, “Deluxe”, “Ultimate”. Il piano più economico costa 3,04 € al mese in promozione il primo anno, arrivando quindi a 4,26 al mese (perciò quasi 52 € all’anno) dal primo rinnovo. Il pacchetto Starter prevede traffico dati illimitato, 1 database MySQL da 1 GB, 30 GB di spazio su disco, dominio non incluso. Ottimo per iniziare con WordPress.

Clicca qui per raggiungere il sito ufficiale di GoDaddy.

Bluehost

I piani di Bluehost

Azienda fondata nel 2003 in USA, dal 2005 stringe una partnership con WordPress e dedica 5 ingegneri allo sviluppo del core di WordPress. Scelto per oltre 2 milioni di siti in tutto il Mondo, offre diversi piani per diverse esigenze: “Basic”, “Plus”, e “Prime”. Che cosa puoi avere con il piano più economico? L’offerta Basic include il dominio, la possibilità di installare un solo sito, 20 database, traffico illimitato, 50 GB di spazio web, e solo installando WordPress, il certificato SSL gratuito, che potrai attivare una volta completata l’installazione, accedendo alla dashboard di Bluehost. Voglio precisarti che l’offerta per questo piano a 2,95 $ al mese, quindi 35,40 $ + IVA all’anno, la potrai ottenere solo sottoscrivendo un abbonamento triennale, perché scegliendo durate inferiori il prezzo aumenta, ad esempio 12 mesi a 4,95 $ al mese per un totale annuo di 59,40 + IVA. I prezzi lievitano al successivo rinnovo: pagherai 95,88 $ + IVA all’anno mantenendo il piano triennale, contro i 107,88 $ + IVA con il piano annuale. Ho voluto indicare i prezzi in dollari perché non mi è chiaro se acquistando dall’Europa i prezzi vengano convertiti seguendo il tasso di cambio oppure, come spesso accade, 1 : 1.

Clicca qui per raggiungere il sito ufficiale di Bluehost.

Conclusioni

Nelle brevi presentazioni che hai letto, ti sarai chiesto a che cosa serve il database e quanti ne servano per far funzionare il sito. Il database MySQL è fondamentale per il funzionamento di WordPress. Il software, durante l’installazione, crea 11 tabelle all’interno del database. Avere a disposizione più di un database significa avere la possibilità di creare diverse installazioni di WordPress all’interno del proprio sito. Avresti la possibilità, ad esempio, di creare micro siti incentrati su un argomento o un oggetto particolare, oppure dedicare un micro sito a determinati utenti / membri / clienti, con un diverso tema e diversi plugin, anziché una sola pagina con restrizioni.

Personalmente ho lavorato e lavoro con Aruba e SiteGround, e non posso che essere contento di entrambi. L’assistenza è veloce e parla in italiano, e per chi non conosce bene l’inglese credo sia importante, scontato forse per Aruba ma per SiteGround è una possibilità introdotta di recente, con l’apertura di un data center a Milano. Credo che con questo articolo tu abbia compreso che per concretizzare la propria idea sul web non importa spendere grandi cifre. Con poco più di un caffè alla settimana puoi iniziare a guadagnare, ampliando i clienti del tuo negozio fisico o iniziando un business direttamente on line.

Credits: l’immagine in evidenza è il risultato di un’elaborazione di una foto con la ragazza incerta Designed by Freepik

1
Ciao! 👋🏻
Come posso aiutarti?
Powered by

Pin It on Pinterest