In questo breve tutorial conoscerai Divi, uno dei temi per WordPress dotati di visual builder tra i più scaricati. Al termine, avrai imparato a creare la tua prima pagina, e un piccolo trucchetto che potrebbe tornarti utile, non voglio svelartelo adesso! Sei pronto, cominciamo!

Che cosa offre Divi e perché è così gettonato.

Divi Theme è sviluppato dalla statunitense Elegant Themes, con sede in San Francisco, una società conosciuta a livello mondiale anche per Extra, altro tema dotato di visual builder, e due plugin per WordPress che si integrano perfettamente in Divi: Monarch e Bloom, il primo un solido sistema di social sharing, mentre il secondo potrai usarlo per creare moduli di raccolta email, con i quali alimentare la tua mail list. Ne parlerò in un articolo dedicato.

Devi sapere che Divi non è solo un tema per WordPress. Esso è un tema dotato di un potente visual builder, che ti permetterà di creare le pagine del tuo sito web in modo veloce e semplice. Semplice non significa che sia un sistema banale, dovrai imparare ad usarlo per poterlo sfruttare al meglio, per poter padroneggiare le sue enormi potenzialità.

Sei indeciso se installare Divi perché non vuoi cambiare il tuo attuale tema, ma vorresti tanto usare il suo page builder? Non c’è problema, perché il plugin Divi Builder porta la comodità del builder di Divi nel tuo tema.

Dove scaricare il tema Divi per WordPress?

Primo passo fondamentale sarà ottenere il tuo tema, da poter poi installare nel tuo sito web. No, non si trova nella repository ufficiale di wordpress.org, dovrai ottenerlo collegandoti al sito ufficiale, e per scaricarlo dovrai pagare uno dei due pacchetti messi a disposizione: il primo costa 89 $ e ti permetterà di ricevere gli aggiornamenti per un anno, mentre il secondo costa 249 $ e non ha scadenza. Prima che tu pensi quanto sia costoso, devi sapere che acquistando una delle due offerte, potrai scaricare TUTTO quello che Elegant Themes sviluppa, il tema Divi, il plugin Divi Builder, Monarch, Bloom, il tema Extra, e tutti i suoi temi preconfezionati, ce ne sono davvero molti.

Capisco, è una bella cifra comunque, vorresti almeno provarlo per cercare di convincerti che stai facendo un buon acquisto. Ebbene, anche Elegant Themes la pensa come te, come noi, e a predisposto un’area in cui potrai provare il builder di Divi, qui. Potrai giocare un po’ con i suoi blocchi, testare la facilità con cui potrai completare la tua prima pagina, provare sulla tua pelle quanto potresti essere veloce ed efficiente se questo è il tuo lavoro.

Anche gli altri temi preconfezionati sono testabili, ognuno ha una sua area demo dove potrai divertirti.

Installare il tema Divi

Divi per WordPress, non solo un tema ma un ambiente di lavoro, spiegato su Easy WP #easywp #divi #diviwordpress Condividi il Tweet

Una volta acquistato il tuo diritto ad accedere all’area membri, vedrai una schermata di download, dove ti saranno presentati i 5 prodotti più recenti e più gettonati scaricabili e visionabili: il tema Divi, il tema Extra, i plugin Divi Builder, Monarch e Bloom. Scarica il tema Divi, oppure il plugin Divi Builder se non vuoi abbandonare il tuo fidato e attuale tema e prosegui la lettura.

Dall'area membri di Elegant Themes | Easy WP
Dall’area membri di Elegant Themes

Adesso sul tuo computer troverai il pacchetto .zip e per installarlo nel tuo sito hai due strade: la prima, forse la più semplice ed immediata, spostandoti nel pannello di controllo di WordPress, Aspetto > Temi e da quella schermata, Aggiungi nuovo tema. Nella piccola finestra di dialogo potrai caricare il file .zip premendo il pulsante e navigando nel file explorer (o nel finder del tuo mac) oppure trascinare il file all’interno dell’area grigia. Installa e attiva. La seconda strada potrai percorrerla via FTP, scompattando prima di tutto il file .zip appena scaricato, e copiando l’intera cartella Divi nel percorso del tuo sito dove risiedono i temi, quindi root\wp-content\themes.

Per installare il plugin, potrai seguire le istruzioni sopra ma, anziché raggiungere la scheda ‘Aggiungi nuovo tema’ della dashboard di WordPress raggiungerai quella ‘Aggiungi nuovo’ dal sottomenu ‘Plugin’, oppure potrai copiare la cartella del plugin ottenuta scompattando il file .zip, all’interno della sottocartella ‘plugins’ anziché ‘themes’.

Ti consiglio da subito di installare anche un child-theme, così sarai libero di apportare tutte le modifiche che vorrai senza rischiare di veder tutto resettato al primo aggiornamento del tema. Questo consiglio vale per qualsiasi tema tu stia usando, ma se stai iniziando ad usare Divi, voglio che tu sappia che Elengant Themes ha preparato tutto quello che ti occorrerà: un breve tutorial e istruzioni semplici per creare i file necessari al suo corretto funzionamento con Divi. Collegati a questa pagina del blog del sito ufficiale, vedrai che è davvero alla portata di tutti.

Divi installato e funzionante!

Fatto! Tutto quello che dovrai fare adesso e giocare con le varie impostazioni generali, raggiungibili anche dal menu della dashboard di WordPress, infatti nella barra di sinistra troverai adesso una nuova voce “Divi”, e con i molteplici moduli predisposti per permetterti di creare una pagina da zero in pochissimo tempo.

Per creare pagine e post, dovrai semplicemente spostarti nell’editor come hai fatto finora, ma adesso troverai un pulsante di colore viola che, se premuto, convertirà l’editor classico in quello del visual builder di Divi.

Un’ultima cosa prima di lasciarti divertire con il tuo nuovo page builder: dovrai inserire la user-ID usata per acquistare il tema e una chiave API nella sezione ‘Updates’ del tema, affinché possa ricevere gli aggiornamenti correttamente. Ho detto “una chiave API” perché potrai crearne diverse nella tua area membri del sito ufficiale di Elegant Themes: nella tua area membri, spostati nella scheda ‘Account’ e ‘Your API Key’, premi ‘Add New API Key’, copia quella serie di caratteri che è stata creata e incollala nella scheda ‘Updates’ delle ‘Opzioni tema’, insieme alla user-ID. Fatto questo potrai utilizzare tutti i componenti scaricabili dalla tua area membri, quindi anche Monarch e Bloom e ricevere gli aggiornamenti, installabili seguendo una delle due procedure che ti ho descritto sopra, oppure come qualsiasi altro tema e plugin scaricato dalla repository ufficiale di wordpress.org, dall’elenco dei temi (o dei plugin).

Conclusioni

Sono convinto che troverai molto comodo lavorare con Divi, sia un blogger non esperto di programmazione, sia un professionista che deve essere in grado di stringere i tempi e decidere dove impegnarsi di più: con Divi, i suoi layouts preconfigurati, i moduli salvabili e riutilizzabili, le pagine esportabili ed importabili, anche da/per diversi siti, lo sviluppo del sito richiederà un tempo minore.

Ti lascio informandoti che avevo acquistato Divi con l’offerta annuale, quella da 89 $, e al momento di rinnovare ho scoperto nella sezione dell’area membri dedicata al rinnovo, che il prezzo per la licenza lifetime era sceso a 160 $, guarda caso 249 meno 89. Non credo sia un offerta ‘ad personam’, ma che sia una seconda chance che Elegant Themes offre a chi, dopo un anno di lavoro con Divi, desidera acquistare la licenza a vita. Credo, ma non ne sono sicuro, che tu possa acquistare la licenza annuale e rinnovare allo scadere pagando quello che resta, come se tu avessi pagato la licenza a vita sin dall’inizio.

Seguimi sui social e resta in contatto con me. Scriverò altri tutorial su Divi, basandomi sulle mie esperienze e sulle difficoltà che ho incontrato, e su come rendere ancora più semplice questo mondo. Se ti va, scrivimi cosa ti interesserebbe approfondire.

Tu che tema hai usato finora? Conoscevi già Divi, lo stai usando? Di la tua usando lo spazio per i commenti qua sotto, potresti essermi d’aiuto e esserlo a qualcun altro!

Elegant Themes, Divi, Bloom, Monarch, Extra, e Divi Builder sono marchi registrati di Elegant Themes, Inc.

Pin It on Pinterest

1
Ciao! 👋🏻
Come posso aiutarti?
Powered by